Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Ok +Info

Monsummano Terme (Pistoia) piazza IV Novembre, 75/h • centralino tel. 0572 9590 – fax 0572 52283
P.IVA 00363790478 - C.F. 81004760476 • PEC comune.monsummano@postacert.toscana.it

Bando Pubblico per l'erogazione di contributi economici per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto - scadenza 31/8/2017

Procedura: Avviso pubblico
Oggetto: 

 Bando in formato adobe acrobat (PDF)

 Istanza per la partecipazione al bando

 

 

Il Dirigente del Settore Front-Office

rende noto che in attuazione del “Regolamento per il controllo manutenzione e rimozione dell'amianto – concessione contributi” approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.81 del 19/12/2016 intende finanziare con i fondi stanziati in bilancio, il contributo economico per incentivare l'esecuzione di interventi di rimozione e smaltimento di coperture e manufatti in materiale contenente amianto provenienti da fabbricati residenziali e loro pertinenze, fabbricati per attività agricole, produttive, e dei manufatti realizzati con tale materiale (cisterne, canne fumarie, ect.).

1- Soggetti beneficiari - Interventi ammissibili a contributo -

Possono accedere al contributo soggetti privati, persone fisiche o giuridiche, proprietari o titolari di diritti reali (Usufrutto ect.) o personali di godimento (locazione ect.) di immobili e fabbricati ivi compresi i relativi annessi ubicati nel territorio del Comune di Monsummano Terme.

 Il contributo verrà erogato a coloro che intendono, effettuare rimozione e smaltimento di materiali di componenti edilizi, manufatti e strutture costituite da elementi contenenti amianto.(pannelli ed isolanti, tubazioni, serbatoi, canne fumarie, lastre piane o ondulate per la copertura di edifici, ect.).

 

Gli interventi di cui sopra devono essere conformi al D.M. 6 settembre 1994, alla deliberazione del Consiglio regionale della Regione Toscana n.102 del 8/04/1997 “Piano di protezione, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall'amianto”, ai provvedimenti ad essa collegati e comunque a tutte le disposizioni di legge in materia, anche in relazione agli obblighi in tema di trasporto mediante ditte abilitate e di smaltimento presso impianti autorizzati.

 

I soggetti possono accedere al contributo nei casi in cui la bonifica venga effettuata:

  •  dal privato, tramite l'autorimozione, nel rispetto delle procedure di cui all'art.4 del presente regolamento con intervento della ditta specializzata per le fasi trasporto e smaltimento del materiale rimosso;
  • interamente da una ditta specializzata.

 

Una unità immobiliare o un fabbricato può essere oggetto esclusivamente di una singola domanda di contributo.

 Qualora l'immobile o fabbricato oggetto di rimozione sia parte di un condominio dovrà essere presentata richiesta sottoscritta da tutti i condomini o da parte dell'Amministratore di condominio.

 La richiesta di contributo potrà riguardare soltanto interventi eseguiti successivamente all'entrata in vigore del presente regolamento.

 Resta a carico del richiedente l'obbligo di acquisizione presso gli uffici competenti dei titoli abilitativi, edilizie ed urbanistici, eventualmente necessari per l'esecuzione dell'intervento.

 

2 – Entità del contributo -

 

L'entità del contributo per la rimozione e smaltimento di materiali contenti amianto sotto qualsiasi forma viene erogato in rapporto alla superficie smantellata, la ripartizione avverrà determinando il contributo unitario a mq. relativo al 2017 secondo la seguente formula:

 

contributo unitario a mq. = disponibilità finanziaria 2017/ quantità di amianto smantellato

 disponibilità finanziaria : importo complessivo messo a disposizione dall'Amministarzione in sede di bilancio - anno 2017

 quantità di amianto smantellato: dato in mq. ricavato dalle istanze presentate.

 

Il contributo da erogare non sarà altro che il prodotto tra i mq. dichiarati da smaltire nell'istanza ed il contributo unitario a mq.

L'importo erogato non potrà essere inferiore a € 300,00 e non superiore a:

Fino a 50 mq.

Importo massimo erogabile

€ 750,00

Da 51 mq. a 75 mq

€ 900,00

Da 76 a 100 mq.

€ 1.000,00

Da 101 a 200mq

€ 1.250,00

Oltre 200

€ 1.500,00

 

Il contributo comunale non è cumulabile con altri contributi a fondo perduto, ferme restando le altre agevolazioni fiscali previste per legge.

 

3 - Modalità di presentazione della domanda-

 Le richieste di assegnazione contributo, redatte su modello appositamente predisposto (allegato A) e corredate della documentazione sotto riportata, dovranno essere presentate, debitamente sottoscritte dal richiedente, a partire dal 07/06/2017 e fino al 31/8/2017 (compreso) al protocollo del Comune di Monsummano Terme , in busta chiusa con la dicitura “ Bando per l'erogazione di contributi per lo smaltimento dell'amianto” con le seguenti modalità:

 

  • a mano, negli orari di apertura dell'ufficio protocollo ;

  • per posta con raccomandata A/R, all'indirizzo: Comune di Monsummano Terme piazza IV Novembre Monsummano Terme (PT) ( ai fini della presentazione della domanda entro i termini farà fede la data di invio della raccomandata A/R)

  • per PEC (posta Elettronica Certificata) all'indirizzo: comune.monsummano@postacert.toscana.it ,

 

Ogni richiesta, indipendentemente dalle modalità di presentazione , dovrà contenere una sola domanda di contributo.

 E' esclusa qualsiasi altrà modalità d'invio, pena l'ammissibilità della domanda.

 

Le domande di assegnazione contributo dovranno essere compilate, a pena l'esclusione in ogni parte e corredate dalla seguente documentazione:

 

  • planimetria areofotogrammetrica e catastale individuante l'ubicazione dell'immobile su cui si interviene;

  • descrizione del tipo di intervento di rimozione e smaltimento e del tipo di materiale contenente amianto, dimensioni, quantità e/o superficie dei manufatti edilizi e/o delle coperture da asportare;

  • dichiarazione attestante la conformità dell'immobile oggetto dell'intervento alle normative urbanistiche-edilizie vigenti;

  • documentazione fotografica rappresentativa del materiale e/o del manufatto da rimuovere e smaltire ed eventualmente da sostituire;

  • preventivo di spesa della bonifica relativo alle spese per i lavori di rimozione e smaltimento di materiali contenente amianto oggetto del presente regolamento;

  • dichiarazione attestante la proprietà /comproprietà dell'edificio. In caso di condominio, copia del verbale dell'assemblea condominiale approvante l'esecuzione dei lavori contenente l'elenco dei proprietari che costituiscono il condominio. Qualora l'istanza sia sottoscritta dall'amministratore condominiale, da uno dei condomini delegato o da legale rappresentante della proprietà, la domanda dovrà contenere idonea documentazione attestante la qualifica;

  • dichiarazione del richiedente di non aver ricevuto altri tipi di finanziamento o facilitazioni, siano essi statali, regionali o di altra natura per lo stesso intervento e contestuale assunzioni di obbligo di non presentare altre istanze per l'ottenimento di ulteriori agevolazioni e contributi per quanto in argomento;

  • dichiarazione del richiedente attestante, ai fini della rimozione e smaltimento dei materiali contenenti amianto, dell'obbligo del rispetto di tutte le procedure previste per tale scopo dalla normativa vigente;

  • ogni altra dichiarazione o documentazione ritenuta necessaria per gli scopi del presente regolamento e definita in sede di bando di cui all'art. 8;

  • Dichiarazione di essere in regola con il pagamento delle imposte comunali e dei tributi comunali.

 

Saranno considerate inammissibili le domande di contributo mancanti di uno dei seguenti documenti:

 

  • firma originale dell'istanza;

  • documento di identità non valido;

  • indicazioni delle generalità del richiedente;

  • indicazione puntuale dell'immobile interessato dalle opere;

  • dichiarazione attestante la conformità dell'immobile oggetto di intervento alle normative urbanistico-edilizie vigenti;

  • dichiarazione di assenza di altri contributi o agevolazioni e rinuncia alla presentazione di ulteriori istanze di contributo.

 

Fatto salvo quanto specificato nel comma 1, qualora la domanda di contributo economico risulti incompleta rispetto a quanto richiesto in sede di bando di cui all'art.8 del presente regolamento, il richiedente dovrà presentare la documentazione mancante entro 30 giorni dalla richiesta di integrazione dell'ufficio competente pena l'ammissibilità della domanda.

 

4 - Esame delle domande ed ammissibilità/ assegnazione di contributo -

 

Le domande pervenute entro il termine stabilito dal bando saranno oggetto di istruttoria da parte dei competenti uffici comunali al fine di verificare la corretta rispondenza dei requisiti previsti nel presente regolamento e nel bando.

 

L'esito dell'istruttoria formerà una graduatoria degli ammessi agli incentivi che sarà predisposta con riferimento ai seguenti criteri:

 

  • Il tempo di esecuzione dei lavori di rimozione, smaltimento dei materiali contenenti amianto;

  • Indice di valutazione del materiale da rimuovere e smaltire;

  • La destinazione d'uso dei fabbricati ed edifici intendendo dare priorità agli interventi su fabbricati di civile abitazione;

  • localizzazione del fabbricato se confinante con punti sensibili (scuole, parco giochi, strutture di accoglienza socio-assistenziali, oratori), altre abitazioni o isolato in aperta campagna;

  • l'ordine cronologico assumerà rilievo in caso di istanze aventi la stessa posizione in graduatoria, ed in questo caso titolo di preferenza la completezza, la puntualità della documentazione prodotta a corredo della domanda;

 

La graduatoria e la disponibilità finanziaria stanziata in sede di bilancio preventivo costituiranno i criteri di riferimento ai fini dell'erogazione del contributo.

 

Sulla base dell'attività istruttoria dell'ufficio competente sarà formato l'elenco delle istanze ammesse a contributo comprensivo anche dell'importo di contributo assegnato. Tale elenco sarà oggetto di approvazione con atto del dirigente competente che effettuerà l'assegnazione dei contributi economici fino all'esaurimento della disponibilità finanziaria e nel rispetto della graduatoria.

 

L'esito della richiesta di contributo (sia in casi di riconoscimento di contributo, sia in caso di mancato accoglimento) sarà comunicato formalmente al richiedente.

 In caso di accoglimento verrà comunicato l'ammissione al contributo e l'importo assegnato.

 

5 - Termine di esecuzione dell'intervento ed erogazione dei contributi -

 Il soggetto richiedente il contributo dovrà ottenere, qualora richiesto dalle vigenti norme urbanistico-edilizie e paesaggistico-ambientali, idoneo titolo abilitativo per eseguire gli interventi edilizi necessari alla rimozione e smaltimento dei materiali contenenti amianto.

 

Il titolo edilizio eventualmente necessario per la realizzazione dell'intervento dovrà essere presentato entro 60 (sessanta) giorni dall'avvenuta comunicazione di ammissione al contributo ed inserimento in graduatoria.

 

Il soggetto ammesso a contributo dovrà realizzare ed ultimare gli interventi interessati dalla richiesta di contributo, entro 6 mesi dal rilascio dei provvedimenti o dalla presentazione degli altri titoli abilitativi. A tale riguardo dovrà inviare comunicazione scritta di avvenuta ultimazione dell'intervento di rimozione e smaltimento dei materiali di amianto, allegando attestazione del direttore dei lavori (qualora previsto), o del titolare della ditta che ha eseguito l'intervento, sulle conformità delle opere oggetto di contributo ai provvedimenti edilizi ed alle specifiche normative e prescrizioni in materia di rimozione, imballaggio, allontanamento e smaltimento di rifiuti contenenti amianto. Tale documentazione dovrà essere inoltrata entro un mese dalla loro ultimazione.

 

L'erogazione del contributo a fondo perduto agli aventi diritto avverrà in un'unica soluzione previa acquisizione da parte degli uffici comunali competenti della documentazione attestante:

  •  le spese sostenute effettivamente e debitamente dimostrata (copia della fattura relativa all'intervento effettuato);

 

  • l'avvenuta realizzazione dell'intervento nel rispetto delle normative disciplinanti la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti contenenti amianto (dichiarazione congiunta da parte del richiedente e della ditta specializzata);

  • la conformità, fatto salvi i casi di attività libera, ai provvedimenti edilizi o agli altri titoli abilitativi (dichiarazione del tecnico che l'intervento è stato realizzato in conformità del titolo abilitativo e nel rispetto delle normative vigenti in materia edilizio - urbanistico).

 

Eventuali sopraggiunti variazione in aumento del costo degli interventi di rimozione e smaltimento dei materiali contenenti amianto non incideranno sull'ammontare del contributo economico riconosciuto. In caso di diminuzione delle spese preventivate per la rimozione e smaltimento dei materiali contenenti amianto il contributo riconosciuto sarà ridotto in misura proporzionale.

 

6 – Verifiche e controllo -

Resta inteso che l'Ufficio Vigilanza Edilizia, potrà effettuare in qualsiasi momento ispezioni e controlli presso immobili e relative pertinenze dei richiedenti il contributo economico.

 

L'ufficio ha facoltà di non ammettere a finanziamento eventuali istanze in caso di assenza di requisiti formali o sostanziali richiesti o di dichiarazioni risultate mendaci.

 

Nel caso siano riscontrate false dichiarazioni, si procederà alla deuncia all'autorità giudiziaria oltre che all'esclusione o alla revoca del contributo.

 

7 – informazioni -

Per qualsiasi chiarimento è possibile contattare il Responsabile del Procedimento.

Il Responsabile del Procedimento, ai sensi della L.241/1990 è il Responsabile U.O.C. Territorio e Sviluppo Geom. Maria Rosa Laiatici recapito telefonico 0572 959317

 m.laiatici@comune.monsummano-terme.pt.it

 

La modulistica inerente al presente avviso potrà essere ritirata negli orari di ufficio di apertura al pubblico (lunedi ore 10,00 – 13,00) – (Giovedì ore 14,30 - 17,00) presso l'ufficio Urbanistica/edilizia privata/ambiente posto in via Fermi , o scaricabile dal sito internet del Comune di Monsummano Terme.

Ufficio di competenza: 
TS - Sportello Unico per l'edilizia
AnteprimaAllegatoDimensione
Modello per partecipare al bando.pdf125.71 KB
Bando Amianto.pdf128.8 KB

29/06/2017 •

Utenti online: 27

TS - Sportello Unico per l'edilizia

  • Settore: Front-Office
  • Orario:

    A partire dal 1 Novembre 2015 l'orario di ricevimento del pubblico sarà :

    Lunedì  dalle ore 10.00 alle ore 13.00

    Giovedì dalle ore  14.30 alle ore 17.00

    Fuori dagli orari suddetti solo previo appuntamento

  • Responsabile ufficio: Antonio Pileggi
  • e-mail:

    m.laiatici@comune.monsummano-terme.pt.it

  • Telefono: 0572 959317
  • Fax: 0572 52283

Il Comune ti informa con UNA TELEFONATA

  • Se sei interessato a ricevere informazioni di pubblica utilità in caso di necessità e non sei presente nell'elenco telefonico o vuoi essere chiamato al cellulare, inserisci il tuo numero qua sotto (fisso o mobile) e premi "invio" (il servizio è limitato ai soli residenti e a coloro che lavorano nel Comune di Monsummano).

Calcolo IMU - TASI 2017

Portale Acquisti CEV

  • Consorsio CEV - Acquisti centralizzati