Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Ok +Info

Monsummano Terme (Pistoia) piazza IV Novembre, 75/h • centralino tel. 0572 9590 – fax 0572 52283
P.IVA 00363790478 - C.F. 81004760476 • PEC comune.monsummano@postacert.toscana.it

Lettura spettacolo - “La lunga notte” - Domenica 27 gennaio - Oratorio San Carlo ore 21

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Giornata della memoria

Domenica 27 gennaio alle ore 21 – Oratorio San Carlo – Piazza Giusti

Lettura spettacolo  - “La lunga notte”

Domenica 27 gennaio presso L’Oratorio San Carlo alle ore 21, in occasione della Giornata della Memoria, i  ragazzi delle classi III della scuola secondaria di primo grado “G. Giusti”, grazie anche  alla collaborazione dell’Associazione Culturale Mimesis, porteranno in scena la lettura spettacolo “La lunga notte” .

“Mai dimenticherò quella notte, la prima notte nel campo, che ha fatto della mia vita una lunga notte”.

Con queste parole il Premio Nobel per la Pace Elie Wiesel nel romanzo autobiografico “La notte”, inizia a descrivere le impressioni nate in lui durante il primo giorno e la prima notte di permanenza nel campo di concentramento in cui fu prigioniero durante “la lunga notte” della Shoah.

Come ormai da alcuni anni, il progetto sulla memoria, “Non abbiamo dimenticato”,  voluto e sostenuto dall’Assessorato alla Cultura e Pubblica istruzione  con la Biblioteca Comunale  e reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, prevede che questa parte della nostra storia venga puntualmente ricordata, commemorata, ripercorsa.

Uno dei tasselli di questo progetto vedrà protagonisti alcuni ragazzi delle scuola secondaria di primo grado “G. Giusti” che volontariamente hanno scelto di partecipare ad un Laboratorio di alcuni giorni finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo aperto alla comunità e incentrato proprio sull’opera di Wiesel.

Così, attraverso una ricerca testuale accurata e una riflessione comune, i ragazzi  diventano strumento comunicativo, filtro emotivo di un racconto, di una narrazione, che, come ogni narrazione, porta consiglio. 

Proveranno a riflettere e a farci riflettere su che cos'è stato questo male:che ha portato all’Olocausto  e, soprattutto e innanzitutto, a farci vivere i diversi stati d’animo delle vittime e dei carnefici, perché ricordare non significa solamente ripercorrere dei fatti, studiarli, conoscerne l'esistenza, ma significa piuttosto riflettere su quello che siamo,  su quello che è l'uomo, perché è l'uomo che fa la storia, ed è l'uomo che la scrive, la palesa o la occulta.  E lo spettacolo che i ragazzi del Laboratorio ci  presentano ci conduce proprio : tenere ben accese le luci sul passato perché questo non venga mai oscurato e così possa, di riflesso, come specchio e maestro, illuminarci il presente ed il nostro futuro.

L’ingresso è aperto a tutti ed è gratuito: un occasione, dunque , da non perdere

 

16/11/2018 •

Utenti online: 8

Il Comune ti informa con UNA TELEFONATA

  • Se sei interessato a ricevere informazioni di pubblica utilità in caso di necessità e non sei presente nell'elenco telefonico o vuoi essere chiamato al cellulare, compilando questo modulo, acconsento ad inviare i miei dati per l'iscrizione al servizio gratuito "AlertSystem", per ricevere chiamate vocali, sms ed email newsletter dal comune in caso di: allerta meteo, news dal territorio, variazioni su servizi.
  • Link al sito esterno per la registrazione su Alert System: link esterno logo alert system

Tributi

Portale Acquisti CEV

  • Consorsio CEV - Acquisti centralizzati